La documentazione al servizio dell'integrazione

Accesso al TPL

Le tariffe nel TPL

Per accedere ad un qualunque servizio di trasporto pubblico autofiloviario locale, è necessario pagare la relativa tariffa.
La competenza per la determinazione delle caratteristiche strutturali del sistema tariffario è della Regione.

Le autorità competenti per la determinazione delle tariffe sono la Regione (per i servizi extraurbani) ed i Comuni (per i propri servizi urbani).

Esiste la possibilità di avere tariffe agevolate per particolari eventi o situazioni, anche relativamente ai singoli Comuni o altri soggetti (Aziende, Enti, ecc.). Nel momento in cui si applica una agevolazione tariffaria (e quindi si fa pagare a chi utilizza un servizio di trasporto pubblico locale una tariffa inferiore a quella prevista), il soggetto che  richiede l'agevolazione è anche tenuto ad integrare la differenza di costo esistente tra la tariffa base e la tariffa agevolata proposta.

Nel bacino provinciale di Modena il sistema tariffario è gestito da SETA, che introita i proventi delle vendite dei titoli di viaggio.

Mediamente ogni anno SETA introita circa 13 milioni di €; questa cifra è sufficiente per coprire circa il 30% delle spese sostenute per lo svolgimento del servizio.

Nella provincia di Modena esiste dal 1994 un sistema di bigliettazione integrata ed elettronica (con tecnologia magnetica e a micro chip di prossimità) denominato STIMER. Il sistema STIMER è in corso di attivazione in tutto il territorio regionale e permetterà di accedere a tutti i servizi di trasporto pubblico locale della regione con un unico titolo di viaggio integrato (Mi Muovo).

In questa sezione vengono illustrati i principi relativi alle tariffe, da chi vengono stabilite, quali sono le norme che le regolamentano e come si calcolano.
 

 

In caricamento...